• 0.000000lag
  • 0.000000lag
  • 0.000000lag
Pubblicati nel 2014, da leggere nel 2015

Una lista di libri del 2014 per le vostre letture sull’innovazione

Magari li avete ricevuti come regalo a Natale 2014, magari li avete comprati nel corso del 2014 ma non avete avuto occasione di leggerli, ecco i libri che sono stati pubblicati nel 2014 e che Ars et Inventio vi consiglia di leggere al più presto nel formato e sul device che desiderate.

Io personalmente sono ancora legato a carta, matita per sottolineare, evidenziatore (rigorosamente giallo) per evidenziare e i piccoli segna libri post-it per avere facile accesso ai contenuti da elaborare.

A voi la scelta!

 

EXPONENTIAL ORGANIZATION, di Salim Ismail (SU Book) 

Eccolo! Ars et Inventio e Bip lo aspettavano.

Direttamente dalla Singularity University e dal suo dean Salim Ismail il libro che illustra l’impatto delle tecnologie esponenziali sull’organizzazione aziendale.

Ismail dà un’eccellente rappresentazione delle dinamiche organizzative che caratterizzano le organizzazioni che negli ultimi anni hanno saputo integrare o sfruttare le potenzialità delle tecnologie esponenziali per cambiare e per creare nuove frontiere del business. Un nuovo modo di interpretare e utilizzare i concetti di connessione, condivisione, rete e performance. Se nel business la performance è la chiave principale di valutazione, negli ultimi cinque anni il contesto economico  ha visto la nascita di una nuova forma e tipologia di aziende le “Organizzazioni Esponenziali”. Realtà che hanno saputo rivoluzionare le modalità di accelerazione della crescita mediante le tecnologie.

Salim Ismail, Yuri van Geest e Mike Malone, integrando il contributo dei partecipanti e dei membri della comunità della Singularity University, hanno studiato questo fenomeno e documentato dieci caratteristiche delle organizzazioni esponenziali. Ciascun azienda può iniziare tale percorso.

“Dall’incrementale all’esponenziale” e cercateci tra le pagine del libro J

 

BIG BANG DISRUPTION, di Larry Downes e Paul Nunes (Egea)

Anche se è un libro “sponsorizzato” non siamo intransigenti e sicuramente vi consigliamo di leggerlo con passione ed attenzione.

Ci piace molto l’incipit che pone sull’allerta tutti gli operatori economici e di business. Tutti possiamo rischiare di essere spazzati via da un concorrente migliore o da un concorrente che è in grado di adattare e adottare l’innovazione più dirompente. Il focus è sul digitale che come spesso spieghiamo è una componente della tecnologia che a sua volta è una componente dell’innovazione.

Siamo all’alba di una “BIG BANG DISRUPTION” e l’obiettivo primario di ciascun manager è quello di mettere in discussione i propri paradigmi per entrare nella logica “Today every business (could be n.d.r.) is a digital business”. Gli autori costruiscono un valido scenario storico ed economico della rivoluzione digitale.

Attraverso quattro fasi chiave del nuovo ciclo di vita dell’innovazione vengono rappresentati gli elementi che possono aiutare a prevenire e a capire come ragionano i disruptor che spesso non vedono le aziende esistenti  come concorrenti. Non adottano il vostro approccio al servizio clienti e non stanno studiando la vostra linea di prodotti per offrire prezzi migliori.

“Dal dilemma dell’innovatore all’Innovatore dirompente”

 

GLI INNOVATORI. STORIA DI CHI HA PRECEDUTO E ACCOMPAGNATO STEVE JOBS NELLA RIVOLUZIONE DIGITALE, di Walter Isacsson (Mondadori)

Starete pensando: “il nome dell’autore non mi è nuovo”.

Cercate nella vostra libreria quel tomo bianco con Steve Jobs in copertina che vi è stato regalato a Natale di qualche anno fa o l’anno scorso. Si, è lui. Walter Isaacson dopo aver raccontato la vita di Steve ci intrattiene con le altre storie di chi ha fatto e sta facendo la storia dell’Innovazione.

Di questo libro ci piace molto il messaggio presente sulla copertina: “DIGITAL REVOLUTION” e non Digital Transformation.

L’indice è un percorso attraverso gli oggetti ed i prodotti che stanno formando il nostro nuovo mondo. Il racconto passa attraverso i personaggi più o meno conosciuti che con il loro ingegno e la capacità di condividere le idee e le proprie visioni sono stati in grado di cambiare il contesto che li circondava.

“Dalla leggenda del Garage alla consapevolezza del metodo per innovare”

 

HOW GOOGLE WORKS, di Eric Schmidt e Johnatan Rosenberg (Grand Central) ora anche edito da ETAS

Dopo il libro su Amazon ecco un’altra radiografia dall’interno di una delle aziende champion del business contemporaneo. Ci accompagnano Eric Schmidt, Executive Chairman ed ex CEO di Google, e Jonathan Rosenberg, già Senior VP per i Prodotti.

Dalla fondazione, alla costruzione ed allo sviluppo della società, i due autori possono raccontarci più di dieci di storia aziendale. Un libro fondato sul concetto base di “fare le cose in modo diverso” tra visione e concretezza.

“Come funziona Google” è un manuale di lezioni coinvolgenti e appassionanti di storia vissuta e ovviamente di successo raggiunto.

Spesso si rischia l’effetto “volere ma non posso” nel leggere episodi, aneddoti e analisi di business ma l’ispirazione è dietro ogni singola pagina. Prefazione di Larry Page.

“Non bisogna applicare tutto ma solo le pagine che vi interessano di più: strappare le pagine!”

 

THE INNOVATOR’S METHOD, Natan Furr e Jeff Dyer (HBR press)

Personalmente il libro che ho più apprezzato e dal quale ho tratto le maggiori indicazioni professionali e non solo. I contenuti del libro sono tratti dall’analisi che gli autori hanno compiuto su un campione di società che sono sia leader in area innovazione ma anche capaci di migliorarne le performance continuamente (learn.theinnovatorsmethod.com).

Una caratteristica concretizzata in una metrica dagli stessi autori che viene utilizzata annualmente dalla rivista Forbes per  stilare la lista delle aziende più innovative del mondo.

Sulla base di queste premesse analitiche il libro è costruito come un manuale d’uso, tipico dei libri di business americani, per capire come poter sviluppare un metodo d’innovazione all’interno della propria azienda.

Strumenti, regole ed esempi per accompagnare il lettore in un percorso operativo e di vera gestione dell’innovazione in azienda tra Imprenditorialità e imprenditività. In questo libro, Jeff Dyer (uno dei co-autori anche di Innovator’s DNA) e Nathan Furr uniscono la loro esperienza e competenza per fornire strumenti chiari e utilizzabili per innovare in modo efficace fornendo misure e strumenti per realizzare l’innovazione all’interno di un’organizzazione. Il concetto che l’innovazione sia “un processo attraverso il quale gli innovatori di successo gestiscono l’incertezza, testano e convalidano una intuizione creativa prima di sprecare risorse e di costruire il lancio di un prodotto/servizio che il cliente non vuole” fortemente ispirato al movimento  “Lean Start up”.

“Dalla Lean start up al Corporate StartUpping”

 

L’UOMO DI MARTE, di Andy Weir (NEWTON COMPTON)

Segnalo due motivi per leggere questo libro. Il primo è che è un libro di fantascienza (forse!?) ed erano molti anni che questo genere non diventava un blockbuster avendo negli ultimi anni ceduto il proprio posto ai libri fantasy.

Il secondo motivo è perché rappresenta a mio giudizio un ottimo manuale di Problem Solving Creativo analizzando le situazioni in cui il protagonista si viene a trovare applicando di volta in volta tecniche di creatività e di analisi del contesto.

Non voglio qui giudicare la struttura, la trama, la costruzione dei dialoghi di un libro sicuramente più cinematografico che letterario, infatti è già partita la produzione della versione “movie” con la regia di Ridley Scott.

“Da MacGyver all’Ingegnere super geek”

 

CALEIDOSCOPIO DELL’INNOVAZIONE, di Ars et Inventio (eBook)

Consentiteci una auto-citazione per testimoniarvi ancora una volta l’impegno che tutti i professionisti di Ars et Inventio investono settimanalmente nella produzione dei contenuti del Blog e che speriamo accompagnino le vostre riflessioni sui temi della Creatività e dell’Innovazione nelle vostre aziende

 

Buona lettura a tutti, e poi anche Marck Zuckerberg ha annunciato di voler fare del 2015 “l’anno dei libri” impegnandosi a leggere due libri al mese. Iniziamo a leggere quelli del 2014!

Commenta