• 0.000000lag
  • 0.000000lag
  • 0.000000lag
The City That Never Sleeps

Sono appena tornato da una vacanza a New York City , anzi più precisamente Manhattan cosi i puristi della “Grande Mela” non si offenderanno.

Anche se il viaggio è stato per piacere, ovviamente ogni singola esperienza è fonte di ispirazione e di idee per il mio lavoro e la mia professione.

Quale occasione può essere più ghiotta di NYC per raccogliere spunti e punti di vista?

Nessuna.

Ecco qualche informazione che può essere utile:

  • Nei negozi, di qualunque tipo, mi è stato più volte chiesto dai cassieri mentre provavo a pagare in contanti “Scusi non ha la carta di credito? Anche con Square se vuole? Google Wallet?” Questo in una città che era famosa per la “bucks way” (i contanti);
  • Successivamente dopo il pagamento mi hanno chiesto “Come vuole la ricevuta? Cartacea o la vuole ricevere via e-mail? Se la vuole in e-mail digiti qui la sua mail e per tutti i successivi acquisti che farà nei nostri negozi, in tutto il Paese, la sua scelta è stata registrata”. L’ho sempre sognato, niente più pallottole informi nelle tasche o niente più lenzuola di carta che rendono il portafoglio un toast farcito valdostano;
  • Ho preso taxi su cui non ho mai pagato in contanti. Tutte le autovetture erano dotate di POS multi funzione per qualsiasi sistema e mezzo di pagamento virtuale, gestendo in modo velocissimo modalità di pagamento ed eventuali mance;
  • Sul taxi, in coda al semaforo, spesso sono stato affiancato da un’auto con il cartello “Uber” sul finestrino lato passeggero;
  • Ho usufruito del servizio Uber, godendo di una customer experience senza precedenti, organizzando tragitti, fermate e tempi degli spostamenti;
  • Sull’auto Uber, in coda al semaforo, spesso sono stato affiancato dai famosi taxi gialli e nonostante l’auto su cui viaggiavo avesse cartello “Uber” sul finestrino lato passeggero, la mia sensazione è stata: “Customer need is the king”;
  • Ho visto su FOX news e  CNN in prima serata almeno tre programmi di approfondimento su BitCoin e BlockChain che coinvolgevano manager di istituzioni finanziarie e creditizie, operatori del settore, giornalisti tutti unanimi nel giudizio di dirompente innovazione delle CriptoCurrency;
  • Ho visitato il BitCoinCenter di New York City, uno spazio di eventi, co-working e rivoluzione finanziaria che si trova tra il palazzo del NYSE e il famoso Charging Bull.
  • Ho prenotato molti dei ristoranti e dei locali dove abbiamo mangiato dall’Italia, usufruendo dell’app OpenTable senza avere mai un disguido;
  • Ho visitato insieme ai miei bambini il mitico “American Museum of Natural History” utilizzando come mappa, guida e “Enanched experience” la bellissima App “Explorer” del Museo che ancora ho sul mio smartphone;
  • Ho prenotato le principali visite acquistando dall’Italia il NYC City Pass, presentando allo sportello il codice a barre sullo smartphone contenuto nella mail per ritirare il carnet e risparmiando il 40%.

Ritornato in Italia, a Milano, ho pensato: “Fantastico abbiamo un sacco di cose da fare, da pensare e da realizzare!”. VeryBello.

Un commento

  1. Per vincere, occorre saper scegliere il campo di battaglia | Consulenza e Innovazione - Ars et Inventio

Commenta