• 0.000000lag
  • 0.000000lag
  • 0.000000lag

Le tre cose che non ti hanno mai voluto dire sul 2015

Le tre cose che non ti hanno mai voluto dire sul 2015

E’ stato un 2015 ricco di eventi che hanno, in diverse forme, scosso il mondo. Gli internauti, di fronte a tali eventi, hanno dato sfogo alla propria sete di sapere interrogando senza sosta la più grande scuola di questo millennio, a cui tutti siamo andati almeno una volta: Google. Tra gli eventi che maggiormente hanno destato l’interesse degli internauti ci sono stati la scoperta di acqua su Marte (10M+ di ricerche) e gli importanti flussi migratori verso l’Europa (23M+ di ricerche). In particolare, a fine settembre 2015, gli scienziati della NASA hanno rilevato la presenza di acqua allo stato liquido sulla superficie di Marte. Questa notizia ha alimentato la curiosità di tutto il Mondo sulla presenza di forme di vita extra-terresti. Cosa abbiamo chiesto sul tema a Google? Sembra che il tempo che si impiega per raggiungere Marte sia una delle più grandi preoccupazioni a livello mondiale, ma soprattutto per Giappone e Sudan, Paesi più attivi nelle ricerche su Marte a valle dello storico evento.

Top questions on MarsGlobal search interest in Mars

Ma c’è un altro quesito che preoccupa gli internauti: esistono gli alieni? che aspetto hanno veramente?

Top questions about life on Mars

Google ha avuto il suo bel da fare anche per soddisfare la curiosità degli internauti sui flussi migratori verso l’Europa. L’evento scatenante è stato l’affondamento di cinque barche, ad aprile, che trasportavano circa 2.000 migranti, causando la morte di circa 1.200 dei presenti.

I Paesi più interessati al tema dei flussi migratori verso l’Europa sono Messico, Zambia ed Ecuador. Chiaro, no?

Global search interest in European migration

Intanto, in Europa, la Gran Bretagna si affida ciecamente a Google per farsi spiegare come è la vita di un migrante in Europa. L’Ungheria invece ha di fatto sostituito il parroco con Google, chiedendo come un buon cristiano debba comportarsi in questa situazione.

Top related search on 'migration' in the UKTop questions on 'migration' in Hungary

Ma, mentre il mondo si interroga su questi temi, una ricerca di Priceonomics ha analizzato le morti da selfie dal 2004 ad oggi utilizzando archivi di news e scoprendo che, in totale, sono stati 49 i casi di morte proprio da selfie. India, Russia e America sono i luoghi dove si muore maggiormente per distrazioni causati da selfie. Le cause principali: caduta da punti alti, annegamento e incidenti con il treno.

Infographic: The Countries With The Most Selfie-Related Deaths | Statista

Commenta