[quote author=”da Dilbert di Scott Adams” url=”https://it.wikipedia.org/wiki/Scott_Adams”]Gli spazi standard producono delle idee standard[/quote]

Il pensiero creativo ha acquisito un’importanza fondamentale nel guidare le decisioni di impresa in contesti in continuo cambiamento.
La creatività appartiene a ognuno di noi, e può essere più o meno sviluppata, a seconda dei fattori della nostra personalità e del contesto culturale e fisico in cui operiamo.

Proprio facendo attenzione a quest’ultimo aspetto, sempre più aziende decidono di dotarsi di luoghi dedicati all’innovazione o di ridisegnare gli spazi delle proprie sedi con l’obiettivo di stimolare la creatività e lo scambio di idee.

Vi segnalo alcune iniziative tra le più interessanti:

Titan – azienda indiana di orologeria – ha costruito un Innovation Center immerso nella natura con un’area dedicata alla creatività e un’altra dedicata alla meditazione.

Google – nell’edificio della sede di Zurigo sono stati riprodotti il tunnel ferroviario del san Gottardo, una giungla e delle vecchie funivie. Ovunque ci sono lavagne per annotare le proprie idee in qualsiasi momento e degli scivoli collegano un piano all’altro.

Rackspace – società americana di cloud computing –  la sede dell’azienda riproduce l’ambiente domestico, con il piano terra ispirato a un garage e il primo piano che, con poltrone e camino, ricrea le atmosfera da salotto; il giardino è attrezzato con aree relax e altalene.

 

[quote author=”Maria Montessori” url=”https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Montessori”]Le mani sono lo strumento proprio dell’intelligenza dell’uomo[/quote]

 

Pur non dovendo, per forza, eguagliare le dispendiose opere architettoniche delle imprese citate, sarebbe interessante mettere a disposizione delle persone che lavorano in azienda degli spazi produttivi in cui poter abbandonare i sistemi digitali.

Stare fermi davanti al monitor tutto il giorno indebolisce fortemente il processo creativo che, al contrario, viene stimolato attraverso l’utilizzo libero del corpo e delle mani.

La creatività prende vita se si hanno a disposizione spazi ampi in cui poter scrivere, colorare, disegnare, immortalare facilmente le proprie mappe mentali e i lampi di genio.

La postazione “analogica” dotata di banchi, carta, lavagne, pennarelli, post-it etc. diventa, così, il tempio dell’immaginazione, della collaborazione e dell’ideazione di nuove soluzioni.